Questo sito utilizza cookies. Chiudendo la presente notifica o interagendo con il sito, se ne autorizza l'impiego come descritto nella nostra informativa

  • Tel. +39 026744581
  • Email info@afidamp.it

Notizie | Eventi

Riapertura scuole, occhio all'igiene

suggerimenti per riaprire le scuole in sicurezza , rassicurando famiglie e ragazzi. L’importanza dell’uso di social e cartelli grafici per informare con chiarezza. 

Milano, 14 settembre 2020 – E’ il giorno tanto atteso per la riapertura in moltissime regioni italiane delle scuole di ogni ordine e grado. Un momento segnato in queste settimane da un susseguirsi di notizie e informazioni a volte difficili da interpretare. La tanto attesa riapertura delle scuole, seppure auspicata da famiglie, docenti e studenti, desta ancora qualche preoccupazione. Dal punto di vista dell’igiene e della sicurezza Afidamp, associazione che rappresenta i produttori e distributori di prodotti e macchinari per le pulizie professionali, suggerisce di seguire alcune regole di base, che permetteranno di aiutare nella salvaguardia della salute di tutti e nel contenimento del virus. 

In primo luogo è necessario che le scuole abbiano messo a punto pratiche standardizzate virtuose per la pulizia e la disinfezione dei propri locali, dopo la chiusura imposta dalle Autorità per contenere l’emergenza epidemiologica da Covid-19. Come Afidamp ha già sottolineato anche nel caso di uffici e altre strutture per i locali dove è stata accertata l'assenza di personale durante la Fase 1 dell'emergenza Covid-19, per il primo intervento di igienizzazione è sufficiente ricondizionare i locali con una pulizia approfondita, senza la necessità di utilizzare disinfettanti, in quanto il coronavirus Sars-Cov-2 non permane sulle superfici per periodi così prolungati. Alla pulizia approfondita deve essere poi affiancata la disinfestazione dei locali perché gli agenti infestanti potrebbero aver approfittato dell’assenza di movimento per proliferare. 

Ma veniamo al primo giorno e alla frequentazione quotidiana delle scuole. 

E’ importante che genitori, studenti e personale scolastico siano informati e rassicurati, comunicando chiaramente e apertamente tutte le procedure messe in atto. Utilissimo in questo caso l’utilizzo dei social o l’affissione di tabelle riassuntive delle iniziative intraprese. Tra le pratiche consigliate la possibilità all’ingresso di sanificare le mani, attraverso erogatori di soluzione idroalcolica contenente almeno il 70% di alcool e di pulire le scarpe su zerbini o passatoie che dovranno essere quotidianamente sanificati. 

È anche raccomandabile limitare quanto più possibile la permanenza degli accompagnatori o esterni negli edifici scolastici, a cui dovrebbero essere riservati aree/percorsi dedicati. 

Per la pulizia quotidiana si segnala che le procedure di sanificazione andranno effettuate una volta al giorno dedicando particolare frequenza alla detersione e disinfezione di tutte le superfici a rischio e/o maggiormente a contatto con le mani degli studenti e del personale (area bagni, maniglie, interruttori, pulsanti, banchi, sedie ecc.). Importante è l’utilizzo di prodotti professionali che sono studiati appositamente per affrontare tipologie di sporco e di contaminazione più complesse di quelle domestiche (risolvibili con prodotti commerciali). I prodotti professionali inoltre hanno scheda tecnica e scheda di sicurezza, che indicano chiaramente e inequivocabilmente, diluizioni, campi e modalità d’impiego. Si consiglia inoltre di utilizzare disinfettanti con registrazioni P.M.C. (Presidio Medico Chirurgico), che garantiscono l’efficacia battericida e virucida secondo la norma EN 14476 certificata dal Ministero della Sanità. 

E’ inoltre buona prassi garantire costantemente un’adeguata ventilazione e ricambio dell’aria, aprendo prima dell’inizio delle attività al mattino e poi periodicamente le finestre per circa 15 minuti, compatibilmente con le condizioni climatiche. 

In caso di impiego di impianti aeraulici (dai condotti di areazione ai semplici split), è necessaria una corretta gestione della loro igiene, effettuando periodiche ispezioni tecniche finalizzate a comprendere lo stato di  contaminazione degli stessi. È necessario affidarsi ad aziende che abbiano i requisiti richiesti per questo tipo di interventi.